Psicorerapia individuale

Terapia individuale

La dottoressa Paola Bianchi utilizza uno speciale approccio di psicoterapia integrato, un sistema di cura pianificato, finalizzato al trattamento dei disagi e dei disturbi di natura psicologica che causano malessere, sofferenza e difficoltà di adattamento.

Questo significa utilizzare in modo flessibile nei trattamenti psicoterapeutici metodologie, tecniche e strategie derivanti da più modelli teorici, l'integrazione dei quali permette al paziente di godere dei benefici provenienti da un intervento unico e personalizzato.

Finalità della psicoterapia integrata

La psicoterapia è un percorso di crescita personale che si sviluppa all’interno di una relazione terapeutica accogliente ed empatica.

È indicata per tutte quelle persone che vogliono intervenire in modo costruttivo nel miglioramento della propria condizione esistenziale. Per chi si trova a combattere con disagi sintomatici, disturbi d’identità, disturbi relazionali che alterano il funzionamento psichico e comportamentale, come per chi, pur non presentando particolari disagi specifici, non si sente soddisfatto del proprio stare al mondo.
L’obiettivo generale del trattamento è identificare i meccanismi con cui la persona si genera sofferenza per costruirne nuovi più funzionali e adattivi.

Durante il percorso vengono promosse l’esplorazione, la ricerca, la conoscenza e la scoperta di se stessi, azioni indispensabili per passare dal malessere al benessere.

A chi si rivolge

In alcuni casi la psicoterapia individuale è indicata per chi sperimenta un disagio esistenziale, un senso di frustrazione nel conseguimento delle mete personali e uno stato di insoddisfazione generale.
In altri casi essa risulta efficace per ampliare la conoscenza di se stessi, cambiare comportamenti inefficaci e disfunzionali oppure per motivarsi creativamente sia nel lavoro sia nella vita privata.
Quando lo stato di malessere e di sofferenza mentale insorge occorre prestarvi ascolto evitando di procrastinare.

Chiedere il supporto di un professionista è già di per sé indice di grande forza interiore.

Il disagio può esprimersi attraverso un’ampia gamma di sintomi, tra i più noti e ricorrenti troviamo: ansia, depressione, paure e fobie, attacchi di panico, crisi d’identità, difficoltà nei rapporti interpersonali e d’intimità, disturbi alimentari, uso e dipendenza da sostanze, disturbi di personalità, problemi di coppia o di famiglia.

I sintomi possono comparire a qualsiasi età nell’arco dell’intera esistenza, in età evolutiva, in quella giovane e adulta, come anche in età avanzata.
Mentre la terapia medica ha per scopo la guarigione intesa come recupero dell’integrità dell’organismo precedente alla patologia, quella psicoterapeutica tende verso un’evoluzione psicologica dell’individuo, al fine di favorirne lo sviluppo e la crescita personale, che va ben oltre la scomparsa dei sintomi poiché promuove e sostiene un processo libero e costante di adattamento creativo alla realtà.

Modalità di intervento

È importante sapere che fin dal primo colloquio conoscitivo l'attenzione della professionista psicoterapeuta viene posta sulla persona nella sua globalità, a prescindere dalla problematica e dal vissuto alla base della richiesta del colloquio.

Il trattamento clinico viene facilitato da un clima relazionale accogliente e rassicurante, nel quale vengono utilizzate, sempre in base alle peculiarità del paziente, tecniche empiriche convalidate, necessarie per una comunicazione qualitativa e privilegiata, all’insegna della riservatezza.
Chi intraprende un percorso psicoterapeutico trae benefici in più aspetti, dal modo di pensare, di comunicare, a quello di gestire le emozioni e i comportamenti.

Fasi del trattamento psicoterapeutico, frequenza e tempistiche

Conoscere le tappe del percorso è un incentivo in più per motivarsi e per condividere insieme alla professionista dubbi o richieste particolari. Questo di solito si suddivide in quattro fasi iniziali:

  • accoglienza;
  • valutazione clinica della psicopatologia individuale e relazionale (test diagnostici);
  • piano di trattamento;
  • avviamento psicoterapeutico.

Le sedute generalmente hanno cadenza settimanale con una durata di 50-60 minuti. I tempi globali del trattamento terapeutico sono molto variabili:

  • a breve termine con focus sulla crisi specifica (10-20 sedute: approccio a tempo limitato, di sostegno direttivo e pedagogico-rieducativo, centrato su sintomi psicopatologici);
  • a medio termine (6-24 mesi: metodo restaurativo e ristrutturante della personalità, semidirettivo);
  • a lungo termine (oltre i 3 anni: metodo del profondo, intensivo, psicoanalitico, introspettivo, ricostruttivo).

Le sedute di psicoterapia hanno l’obiettivo di esplorare i vissuti emotivi, i pensieri e i comportamenti che producono lo stato di malessere e sofferenza mentale, affinché l’individuo possa sperimentarsi con nuove modalità più funzionali e adattive.

A conclusione del percorso psicoterapeutico è previsto un follow-up per il rinforzo e la stabilità degli esiti del trattamento.


 

Dati personali
Messaggio
Privacy

Paola Bianchi, psicoterapeuta
Via dei Velieri, 109
00121 Lido di Ostia RM