Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, acconsenti all’uso dei cookie.

Le varie forme dell'intelligenza

immagine blog

Il cervello umano ha capacità e potenzialità straordinarie riscontrabili fin dai primi anni di vita.

Le ricerche sul Q.I affermano che il coefficiente numerico non garantisce in futuro la probabilità di avere successo nello studio, nel lavoro e nella vita personale in quanto i fattori che lo determinano sono di diversa natura.

Lo conferma Howard Gardner, uno dei più noti critici della teoria classica dell’intelligenza. Secondo l’autore ogni individuo possiede diverse facoltà mentali indipendenti fra loro più o meno sviluppate ma tutte presenti. Le intelligenze prevalenti che caratterizzano ciascuno di noi sono determinate da alcuni fattori in particolare:

  • il DNA;
  • gli stimoli ricevuti fin da bambini;
  • le possibilità di esprimere nel contesto in cui si vive il proprio talento.

La teoria delle intelligenze multiple elaborata da Gardner, ha favorito l’evoluzione dei moderni sistemi pedagogici. Oggi la scuola, oltre ad allenare abilità linguistiche e matematiche, ha il compito favorire uno sviluppo globale della personalità,  nel quale ci sia armonia tra intelletto ed emozioni. Sul piano didattico cambia il modo di insegnare; le materie possono essere spiegate attraverso metafore, tabelle, disegni, e altro. La diversificazione dei metodi di formazione è particolarmente vantaggioso in quanto:

  • aumenta l’attenzione in classe;
  • facilita l’accesso ai diversi tipi di intelligenza;
  • incrementare la motivazione allo studio;
  • ridurre il tasso di abbandono precoce dai percorsi formativi.

Appurata l’esistenza di differenti tipi di intelligenza riscontrabili in individui molto bravi con i numeri, altri con le parole, altri ancora con le figure, docenti e genitori hanno il delicato compito di sostenere i giovani, affinché essi possano riconoscere quale tra le intelligenze possedute è la più sviluppata e utilizzare questa preziosa informazione per affinare il metodo di studio e progettare in modo consapevole le future scelte scolastiche e professionali.

Nove tipi di intelligenza

  • Intelligenza fisico/cinestetica: abilità di usare il corpo per esprimere se stessi o come strumento di apprendimento…;
  • Intelligenza emotiva/intrapersonale: abilità di chiarire i valori personali e avere intuizioni attraverso la solitudine…;
  • Intelligenza sociale/interpersonale: abilità di percepire e comprendere i sentimenti e i desideri delle altre persone…;
  • Intelligenza sensuale/musicale: abilità di apprezzare e usare il linguaggio non verbale della melodia, del ritmo, dell’armonia e del tono…;
  • Intelligenza spirituale: abilità nel prendere in esame gli assunti o le argomentazioni sottostanti una tematica e utilizzare il dibattito e la dialettica…;
  • Intelligenza verbale linguistica: abilità a richiamare alla memoria parole specifiche partendo da lettere iniziali, saper memorizzare in base ad associazioni linguistiche, utilizzare rime e versi…;
  • Intelligenza naturale: abilità ad associare i concetti da apprendere a piante, animali o luoghi; utilizzare metafore mutuate dal mondo della natura …;
  • Intelligenza logico-matematica: abilità a eseguire calcoli complessi, trovare soluzioni, leggere simboli matematici …;
  • Intelligenza spaziale: abilità a percepire la realtà da prospettive differenti, facilità di lettura e comprensione di grafici e mappe.

 

Le varie forme dell'intelligenza

immagine blog

Il cervello umano ha capacità e potenzialità straordinarie riscontrabili fin dai primi anni di vita.

Le ricerche sul Q.I affermano che il coefficiente numerico non garantisce in futuro la probabilità di avere successo nello studio, nel lavoro e nella vita personale in quanto i fattori che lo determinano sono di diversa natura.

Lo conferma Howard Gardner, uno dei più noti critici della teoria classica dell’intelligenza. Secondo l’autore ogni individuo possiede diverse facoltà mentali indipendenti fra loro più o meno sviluppate ma tutte presenti. Le intelligenze prevalenti che caratterizzano ciascuno di noi sono determinate da alcuni fattori in particolare:

  • il DNA;
  • gli stimoli ricevuti fin da bambini;
  • le possibilità di esprimere nel contesto in cui si vive il proprio talento.

La teoria delle intelligenze multiple elaborata da Gardner, ha favorito l’evoluzione dei moderni sistemi pedagogici. Oggi la scuola, oltre ad allenare abilità linguistiche e matematiche, ha il compito favorire uno sviluppo globale della personalità,  nel quale ci sia armonia tra intelletto ed emozioni. Sul piano didattico cambia il modo di insegnare; le materie possono essere spiegate attraverso metafore, tabelle, disegni, e altro. La diversificazione dei metodi di formazione è particolarmente vantaggioso in quanto:

  • aumenta l’attenzione in classe;
  • facilita l’accesso ai diversi tipi di intelligenza;
  • incrementare la motivazione allo studio;
  • ridurre il tasso di abbandono precoce dai percorsi formativi.

Appurata l’esistenza di differenti tipi di intelligenza riscontrabili in individui molto bravi con i numeri, altri con le parole, altri ancora con le figure, docenti e genitori hanno il delicato compito di sostenere i giovani, affinché essi possano riconoscere quale tra le intelligenze possedute è la più sviluppata e utilizzare questa preziosa informazione per affinare il metodo di studio e progettare in modo consapevole le future scelte scolastiche e professionali.

Nove tipi di intelligenza

  • Intelligenza fisico/cinestetica: abilità di usare il corpo per esprimere se stessi o come strumento di apprendimento…;
  • Intelligenza emotiva/intrapersonale: abilità di chiarire i valori personali e avere intuizioni attraverso la solitudine…;
  • Intelligenza sociale/interpersonale: abilità di percepire e comprendere i sentimenti e i desideri delle altre persone…;
  • Intelligenza sensuale/musicale: abilità di apprezzare e usare il linguaggio non verbale della melodia, del ritmo, dell’armonia e del tono…;
  • Intelligenza spirituale: abilità nel prendere in esame gli assunti o le argomentazioni sottostanti una tematica e utilizzare il dibattito e la dialettica…;
  • Intelligenza verbale linguistica: abilità a richiamare alla memoria parole specifiche partendo da lettere iniziali, saper memorizzare in base ad associazioni linguistiche, utilizzare rime e versi…;
  • Intelligenza naturale: abilità ad associare i concetti da apprendere a piante, animali o luoghi; utilizzare metafore mutuate dal mondo della natura …;
  • Intelligenza logico-matematica: abilità a eseguire calcoli complessi, trovare soluzioni, leggere simboli matematici …;
  • Intelligenza spaziale: abilità a percepire la realtà da prospettive differenti, facilità di lettura e comprensione di grafici e mappe.

 

Pubblicato il 26/03/2017 alle ore 19:51 da stefanoragazzoni@hotmail.com

Commenti

Nessun commento presente.

Aggiungi commento

Paola Bianchi © Paola Bianchi 2017-2020 - Partita IVA 07126261002. Note legali.
Made with oZone iQ